25 APRILE – SAN MARCO: RIVIVE IL COLLEGIUM MUSICUM DI BACH E TELEMANN

A SAN MARCO DI ROVERETO IL 25 APRILE RIVIVE IL COLLEGIUM MUSICUM DI BACH E TELEMANN

La XXVIII edizione del Concerto in Onore di San Marco presenta un programma in collaborazione con l’Area delle Discipline Interpretative della Musica Antica del Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano. In atto da alcuni anni, essa si dipana intorno al progetto “Euregiomusica” nei principali appuntamenti dell’Accademia di Musica Antica di Rovereto – i concorsi internazionali Premio Bonporti e Premio Ferrari e, appunto, il Concerto in Onore di San Marco.

image

Collegium Musicum, foglio da un album di famiglia, c. 1775, Nürnberg, Germanisches Nationalmuseum.

Quest’anno il Concerto presenta due allievi diplomandi, Susanne Geist e Josef Piras: saranno impegnati rispettivamente nel virtuosistico concerto di Vivaldi RV 441 in do min. per flauto e nel famoso concerto di Bach BWV 1058 in sol min. per clavicembalo. Si tratta di due àmbiti stilistici molto diversi ma accomunati dall’eminenza della parte solistica, autentici capolavori l’uno di fantasia e ariosità italiane – memore del belcantismo operistico peninsulare -, l’altro di articolato contrappuntismo nordico, che però non lascia a desiderare in espressività – in particolare nel movimento lento intermedio – e brillantezza.
Verrà presentata poi una sinfonia per archi dell’italiano Tomaso Albinoni, che si ricollega alla spiccata strumentalità veneziana (quindi ancora di Vivaldi, ma anche dei famosi “dilettanti” Alessandro e Benedetto Marcello e, ancorché personalissimo, del tridentino Francesco Antonio Bonporti). Il programma si conclude tornando a Lipsia, con una valida e solida alternativa al musizieren bachiano: compositore altrettanto prolifico di ogni sorta di musica strumentale (fondatore dello stesso Collegium Musicum per cui scrisse Bach) Georg Philipp Telemann ci ha lasciato anche molta musica sacra, tra cui numerose Passioni; appunto dalla Matthäus-Passion TWV 5:31 (1746) il soprano Joanna Klisowska canterà Zerreiβ das Herz, una drammatica aria nel puro stile luterano, concertata con il flauto dolce (Federico De Cassan – ancora un allievo del Conservatorio di Bolzano) e i solisti dell’Orchestra Barocca della Mitteleuropa (maestro di concerto Andrea Ferroni, direttore al cembalo Romano Vettori).

L’Accademia di Musica Antica ringrazia in particolare la Parrocchia di San Marco per l’ospitalità.

L’ingresso è libero.

Annunci
Pubblicato in: NEWS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...